EPSLogosoloimmagineR2
EPSLogotestocampingR2
EPSLogotestobaiaparadisoR2

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato sulle novità del Camping Baia Paradiso

La spiaggia Li Junchi a Badesi - Camping Baia Paradiso

INFO E CONTATTI

​Camping Baia Paradiso

Località Li Parisi

07030 Badesi (OT)

Tel. +39 334 3196320

​info@campingbaiaparadiso.it


EliCamp s.r.l. unipersonale - Via Roma 84/F - 25049 Iseo (BS)

P.IVA 03958590980 - R.E.A. (BS) 577255

​Capitale sociale € 10.000 i.v.



CAMPINGBAIAPARADISO.IT @ ALL RIGHT RESERVED 2018

BADESI

Questa località turistica della Gallura, incastonata tra il borgo storico di Castelsardo e il centro marinaresco di Isola Rossa, è famosa per la bellezza della sue spiagge tra cui quella di Li Junchi, tra le più estese della Sardegna. Un arenile di sabbia fine lungo circa 8 km con acque cristalline e trasparenti, dalle mille sfumature. Ogni anno sportivi e appassionati di surfcasting, windsurf e kitesurf provenienti da tutto il mondo si danno appuntamento su questa spiaggia per sfidarsi in agguerrite competizioni e contest internazionali. Un tratto di costa dal fascino ancora selvaggio che accoglie tra le spiagge più belle del Nord Sardegna, con dune di sabbia che giungono fino al mare e su cui crescono splendidi ginepri e profumate essenze delle macchia mediterranea, fino a rigogliosi vigneti da cui si ricava un ottimo Vermentino. Badesi è inoltre nota per il suo carnevale estivo che, ogni 13 agosto da piú di trent’anni, coinvolge migliaia di locali e turisti in una grande festa tra carri allegorici e maschere che sfilano tra le vie centrali del paese.​​ Nel 2017 il famoso portale turistico tedesco Wimdu ha eletto Badesi tra le top 10 destinazioni estive più ospitali d'Italia. Ad essere premiata, non solo la sua vocazione all’accoglienza, ma anche la bellezza e il fascino della sua natura: “Badesi si sta lasciando scoprire grazie alle sue spiagge chilometriche di sabbia finissima e al suo mare cristallino. Vedere per credere!”


Costa Paradiso - Camping Baia Paradiso - Badesi

COSTA PARADISO E COSTA ROSSA

A soli 5 km da Badesi troviamo la natura spettacolare della Costa Rossa, che comprende la celebre Costa Paradiso e il paese di Isola Rossa. Questo tratto di litorale è conosciuto soprattutto per le sue bellissime spiagge e cale, caratterizzate da rocce dalle diverse gradazioni di rosa e rosso che spesso, erose dal vento, assumono le forme più strane e fantasiose, in un paesaggio ricco di verde macchia mediterranea. Costa Paradiso in particolare, è un continuo susseguirsi di insenature, fiordi e piscine naturali dove l’acqua del mare ha incredibili sfumature di colore, tra il verde smeraldo e l’azzurro più intenso. In pochi km si possono trovare splendide spiagge come la Marinedda, Cala rossa, Tinnari, Li Cossi, Cala Sarraina e Cala Faa. Uno spettacolo da non perdere per  i bagnanti, i sub e gli escursionisti.

Il carnevale estivo badesano - Camping Baia Paradiso - Badesi

EVENTI ESTIVI

Numerosissimi sono gli eventi estivi che caratterizzano tutti i centri del nord Sardegna. In particolare Badesi può vantare uno dei programmi più completi. Partiamo dai tanti appuntamenti dedicati ai cibi e piatti tradizionali della Sardegna soprattutto galluresi, a Luglio la Sagra dei gnocchetti sardi al sugo di cinghiale e la Sagra del porcetto arrosto,  in Agosto la Sagra della zuppa gallurese, la Sagra del vitellone arrosto e la Sagra de la mazza frissa, per continuare con le “Serate del gusto” e “Ballando con gusto”, queste ultime sono serate danzanti accompagnate da degustazioni di prodotti tipici e poi ancora la Festa della Birra Artigianale e la serata dedicata al buon miele sardo. Tra gli altri eventi anche la grande Festa Patronale in onore del Sacro Cuore di Gesù  a fine Giugno, le proiezioni per il cinema all’aperto e ancora presentazioni di libri, concorsi fotografici, escursioni, contest di surf, festival canori, concerti, poesia, giochi e animazioni per bambini. Imperdibili, specie dai più giovani, anche il BadesiSound a fine Luglio, il Beach Party a metà Agosto e il famoso Carnevale estivo del 13 agosto.

 

 

Feste tradizionali sarde - Camping Baia Paradiso - Badesi

FESTE LOCALI

La Sardegna è una terra ricca di feste e sagre, alcune con una storia davvero antica. Spesso la componente religiosa è il tema centrale di questi eventi che tuttavia declinano in numerosi altri temi che spaziano dal folklore all'enogastronomia, dalla musica all'artigianato. Distribuite un pò durante tutto l'arco dell'anno, queste manifestazioni attirano decine di migliaia di visitatori e, sebbene siano legate alla tradizione, presentano talvolta qualche elemento innovativo, frutto della collaborazione tra le vecchie e le nuove generazioni

In Sardegna ogni anno si possono contare circa 1000 celebrazioni religiose e laiche, che ancora oggi testimoniano le antichissime e variegate tradizioni sarde. Partecipare a queste feste significa immergersi in una cultura antica alla scoperta di suoni e di armonie sconosciute, di balli con ricchi costumi tradizionali, di gare poetiche fuori dal tempo, di sfrenate corse di cavalli, di sfilate folcloristiche con preziosi e coloratissimi abiti d'altri tempi.

Come tutte le società a vocazione agricola o agro-pastorale la Sardegna non fa eccezione: la vita quotidiana era scandita dai ritmi dell'anno agrario. Da queste regole legate alla terra ed ai suoi cicli produttivi, nascono le feste, vissute come momento di aggregazione tra la gente, come attimo di preghiera, con la elaborazione di riti propiziatori per la riuscita delle colture, o per placare epidemie e carestie. Non c'è mese dell'anno in cui non ci sia una festa in qualche paese dell'isola. La grande maggioranza di queste, comunque, sono concentrate nel periodo che va da aprile-maggio ad ottobre.

Crociere lungo la costa - Camping Baia Paradiso - Badesi

CROCIERE LUNGO LA COSTA

A partire dal porto di Isola Rossa, distante circa 10 km dal camping, si possono effettuare escursioni con la barca alla scoperta dei luoghi più incantevoli della costa del nord Sardegna. Le escursioni possono essere di mezza giornata, in questo caso si può  visitare lo splendido tratto di costa compreso tra Punta Li Cannedi, Costa Paradiso e l'incantevole caletta di Tinnari. Le escursioni giornaliere permettono di scoprire lo spettacolare Parco nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena oppure l'Arcipelago corso, fino alla caratteristica cittadina di Bonifacio. Un'alternativa molto interessante è l'escursione lungo la costa in barca vela proposta da Playa Sardinia, si tratta di un'escursione didattica durante la quale si potrà seguire una spiegazione generale della vela e delle sue caratteristiche, scoprendo nel frattempo le meraviglie dell'area marina del Golfo dell'Asinara.

Castelsardo - Camping Baia Paradiso - Badesi

CASTELSARDO E LA REGIONE DELL'ANGLONA

Castelsardo è un pittoresco borgo che si erge in posizione elevata su di uno sperone roccioso al centro del golfo dell'Asinara. Il borgo mantiente tuttoggi la struttura di roccaforte medievale con le sue strette vie e ripide scale che conducono al Castello dei Doria le cui sale ospitano il Museo dell'intreccio mediterraneo.
Castelsardo è famosa per l'artigianato locale, in particolare per i coloratissimi cesti intrecciati utilizzando varie fibre vegetali diffuse in tutto il Mediterraneo. Poco sotto la sommità del castello e a picco sul mare sorge la cattedrale di Sant'Antonio Abate risalente al XIV secolo che si fa notare per il particolare campanile ricoperto di colorate maioliche. Non mancano una miriade di negozi di artigianato locale e pittoreschi ristorantini dove concludere in bellezza la giornata. Nei dintorni è immancabile una breve sosta alla Roccia dell'elefante sulla strada statale che collega Castelsardo a Sedini.



Alghero - Camping Baia Paradiso - Badesi

ALGHERO

Alghero, capitale della Riviera del Corallo, conserva intatte le tradizioni e la lingua della Catalogna, da cui è stata dominata per secoli.
  La sua storia è tuttavia ben più antica, come testimoniano i complessi nuragici di Palmavera e di Sant’Imbenia. Di particolare interesse sono le domus de janas di Santu Pedru e Anghelu Ruju, per le rocce di color rosso ocra utilizzate in epoca arcaica per i riti del sangue e della rigenerazione.
Doppiamente attraente è il Museo etnografico Sella e Mosca, ospitato all'interno dell'omonima tenuta vinicola. Tra i vini più rinomati di questa cantina spiccano l’Anghelu Ruju, un Cannonau invecchiato, e il Vermentino di Sardegna.

L’area marina protetta di Capo Caccia – Isola Piana custodisce una spettacolare grotta marina, la Grotta di Nettuno, che conserva numerose stalattiti e stalagmiti. Da non perdere il Museo MareNostrum Aquarium, che custodisce una ricca fauna marina e d’acqua dolce, e il Museo del Corallo.

Santa Teresa di Gallura - Camping Baia Paradiso - Badesi

SANTA TERESA DI GALLURA

Il paese è situato nell'estremità del nord Sardegna, sul confine occidentale della Gallura. Sorge nella stretta insenatura naturale del Porto Longonsardo. Il territorio è caratterizzato da affioramenti granitici e da coste frastagliate. Popolata in epoca romana, la zona dove sorge Santa Teresa fu importante anche per i Pisani che dagli affioramenti granitici cavavano pietra da costruzione. Il paese odierno è stato creato ex novo durante la presenza sabauda ed è ordinatamente scandito da strade rettilinee che si incrociano ad angolo retto, con al centro la piccola piazza dove sorge la chiesa di San Vittorio.

Sul promontorio roccioso che si affaccia sul mare sorge la torre Longosardo, eretta nel XVI secolo in età aragonese, da cui lo sguardo abbraccia sia la baia di Porto Longone che, sullo sfondo, le chiare scogliere che circondano la città corsa di Bonifacio. Sulla sinistra la costa scende verso la spiaggia di Rena Bianca che termina a poca distanza dallo scoglio dell'Isola Monica su cui rimangono le tracce di una cava abbandonata. Da segnalare inoltre per importanza culturale il complesso archeologico di Lu Brandali e la torre di Longonsardo. Si consiglia inoltre una visita a Capo Testa, uno scoglio collegato alla terraferma da una striscia di sabbia, al quale si può arrivare percorrendo un tragitto molto panoramico aperto sulle baie di Colba e di Santa Reparata. Tra le cave moderne e antiche - qui i Romani scelsero la pietra per le colonne del Pantheon - e il profumo della vegetazione della macchia si raggiunge infine il faro di Capo Testa


Capo Testa e Valle della Luna - Camping Baia Paradiso - Badesi

CAPO TESTA

Il promontorio di Capo Testa si estende 5 km ad ovest di Santa Teresa di Gallura e si raggiunge attraverso uno stretto istmo sabbioso formato dalle spiagge Rena di Ponente e Rena di Levante.

Il capo è noto  per le ciclopiche scogliere granitiche che sprofondano in uno dei tratti di mare più selvaggi e suggestivi del mediterraneo: le bocche di Bonifacio.

Una rete infinita di sentieri si dirama attraverso un'antica servitù militare: il territorio è cosparso di torrette di avvistamento e ruderi di vecchi edifici militari da poco restaurati.

Allungando lo sguardo oltre il mare si può ammirare il borgo di Bonifacio, arroccato sulle sue bianche scogliere a guardia del leggendario stretto.

Capo Testa merita una visita quando il maestrale soffia con tutta la sua forza ed il mare ruggisce sotto la potenza del vento: la natura saprà offrirvi uno spettacolo raro e suggestivo.

Il promontorio offre scorci duri e aspri ma chi preferisce la dolcezza di una spiaggia può scegliere tra una delle numerose perle che costellano il capo, come la famosa Valle della Luna.



Aggius - Camping Baia Paradiso - Badesi

AGGIUS E LA VALLE DELLA LUNA

La Valle della Luna, località omonima della più famosa valle della luna sul promontorio di Capo Testa, è situata nei pressi dell'abitato di Aggius, caratteristico paesino della Gallura immerso nel verde e tra le montagne della Gallura. Il belvedere sulla valle della luna è uno dei più visitati della Sardegna. Da qui si può godere di una splendita vista su tutta la valle, così denominata per le rocce dalle incredibili forme e dalla strana disposizione che rendono l'idea di un paesaggio lunare. Arrivando da Trinità d'Agultu, la valle si incontra sulla strada per Aggius e dista circa 15 km dal mare. In prossimità del punto panoramico è situato un simpatico baretto dove ci si può ristorare all'ombra delle querce da sughero. 

Il paese di Aggius, situato nel cuore della Gallura, è caratterizzato per la cura delle antiche case in pietra granitica, considerate fra le più belle del territorio.
L’economia del paese è basata sull’estrazione e la lavorazione del granito, ma è anche specializzato nella produzione di tappeti e nell’arte della tessitura.

Da visitare il Museo Etnografico Oliva Carta Cannas. All’interno sono esposti oggetti e macchinari originali che raccontano la storia, la cultura, le tradizioni di Aggius e di tutta la Gallura. Un museo unico è poi quello dedicato al Banditismo, di cui Aggius è stata il capoluogo per secoli. È situato nel palazzo della vecchia Pretura, la zona più antica del paese. In ambito archeologico, di particolare interesse è il Nuraghe Izzana, il più grande della Gallura, situato nel centro della Valle della Luna.

Il consiglio è poi di concludere la gita in uno degli ottimi agriturismo della zona.


Isola dell'Asinara - Camping Baia Paradiso - Badesi

ISOLA DELL' ASINARA

Situata nel territorio del Comune di Porto Torres in provincia di Sassari, l'Asinara è una delle isole più suggestive del Mediterraneo perché ha mantenuto inalterato il proprio fascino naturalistico. E' stata a lungo sede di una colonia penale: questo ha fatto sì che i visitatori fossero, nel tempo, numericamente limitati, preservando quindi l'ambiente naturale. Dal 1997 è diventata Parco Nazionale e meta consueta di piccole crociere lungo la costa. Asinara potrebbe derivare dal nome dell'asinello sardo - che qui si presenta albino e con gli occhi molto chiari. Un'altra ipotesi è riferita al termine latino "sinuaria" che alluderebbe a una costa modellata da dolci insenature. Il lato orientale dell'isola è ricco di spiagge e calette, come quelle di granito rosa, Cala Scombro e Sant'Andrea. Il versante occidentale è invece caratterizzato da alti costoni che precipitano sul mare: fra questi Punta dello Scorno, segnalata da un faro. 


Terme di Casteldoria - Camping Baia Paradiso - Badesi

TERME DI CASTELDORIA

La piscina più bella che si possa immaginare, acque bollenti e ricche di sali minerali sgorgano dal profondo del sottosuolo per sposarsi con quelle fresche e pure del fiume Coghinas. Un matrimonio del tutto riuscito che offre al visitatore uno scenario assolutamente suggestivo e inusuale nel quale immergersi, infangarsi letteralmente per poi uscirne puri rinfrancati nel corpo come nello spirito. Incantevole è il paesaggio circostante sul fiume che divide i comuni di Santa Maria e Viddalba. Le acque hanno proprietà antisettiche, antinfiammatorie e decongestionanti, di stimolazione del sistema immunitario e miorilassanti. Combattono reumatismi e osteoartrosi, psoriasi e dermatiti, sinusiti, riniti, faringiti, laringiti, e ancora problemi intestinali e ginecologici. A soli 10 minuti da Badesi.


Chiesa Stella Maris di Porto Cervo - Camping Baia Paradiso - Badesi

LA COSTA SMERALDA E PORTO CERVO

Nel marzo 1962 un ristretto gruppo di finanzieri internazionali, facenti capo al principe Karim Aga Khan, creò il Consorzio Costa Smeralda con lo scopo di sviluppare turisticamente un vasto territorio del comune di Arzachena, compreso nell'attuale fascia di costa lunga circa 55 km da Liscia Ruja a Liscia di Vacca. Sui terreni interessati furono gradualmente costruiti una serie di strutture di prestigio che richiamarono un turismo d'èlite: alberghi di lusso e ville esclusive diventarono le mete estive dell'alta società e del potere economico mondiale, richiamando l'interesse dei rotocalchi che promuovevano la vita della Costa in tutto il mondo. Questo importante progetto ebbe fin dall'inizio l'intento di preservare le bellezze del territorio, attraverso il rispetto di particolari criteri edilizi e architetture a rispetto del paesaggio naturale. È così che nacque lo stile "mediterraneo" che caraterizza Porto Cervo, la capitale della Costa Smeralda, ispirato in gran parte alle caratteristiche costruzioni della Sardegna contadina in grado di inserirsi in modo discreto tra le rocce e la vegetazione della costa.


Arcipelago de La Maddalena - Camping Baia Paradiso - Badesi

ARCIPELAGO DE LA MADDALENA


L'arcipelago di La Maddalena, composto da 60 isole e isolotti distribuiti nell'area marina nord orientale della Sardegna, è il primo parco nazionale dell'Isola, istituito nel 1996. Le isole dell'arcipelago, di natura granitica e scistosa, vantano condizioni geomarine di grande pregio naturalistico, dovute anche alla scarsa antropizzazione che nei secoli non ha compromesso il valore ambientale. Il parco si estende su una superficie di 50 kmq , e presenta uno sviluppo costiero di 180 km . Fra le isole maggiormente rilevanti, oltre a La Maddalena, unica abitata stabilmente fin dalla fondazione avvenuta nel 1770, si annoverano Caprera, raggiungibile attraverso il ponte del Passo della Moneta, Budelli, Razzoli e Santa Maria a nord, Spargi a sud. Di diverse dimensioni e di antica formazione geologica – nell'isola di Santo Stefano sono state trovate tracce di insediamenti d'età neolitica (2500-2000 ) – è possibile visitarle grazie alle numerose crociere brevi organizzate per buona parte dell'anno. Comunque, dalla cittadina di La Maddalena, orlata da alte fortificazioni, è possibile ammirare l'intero arcipelago. A lungo base navale della Marina Militare Italiana, la popolazione di La Maddalena ha convissuto con la presenza di militari italiani e americani. La strategica posizione nel Mediterraneo attrasse l'attenzione anche di Napoleone Bonaparte e dell'Ammiraglio Nelson. Approdò nelle terre dell'arcipelago anche Giuseppe Garibaldi: l'Eroe dei due mondi, giunto nell'isola di Caprera, vi rimase fino alla morte avvenuta nel 1882.

Lo splendido arcipelago per essere vissuto e scoperto va sicuramente visitato in barca partendo da Palau o Santa Teresa. L'escursione delle isole, il mare limpido, i colori, i profumi tipici della macchia mediterranea, sono tutti gli elementi naturali che vi faranno vivere un esperienza che non dimenticherete facilmente.